Top

Descrizione:
lo scavo, iniziato nel mese di settembre 2018, indaga l’area occupata dalla Porticus meridionale. L’impianto di questo complesso monumentale si data alla metà del I sec. a.C., ma il materiale ceramico e alcuni interventi sono riferibili ad una fase più antica.

Le ricerche condotte nel settembre del 2018 hanno consentito di indagare una taberna, di cui è stata chiarita l’articolazione interna, e lo spazio meridionale del porticato le cui sequenze stratigrafiche erano già state riconosciute nei precedenti scavi.

I materiali dello scavo 2018 e di quelli precedenti sono conservati nei depositi del Museo Archeologico di Paestum.

Direzione scientifica: Prof. Emanuele Greco – Fondazione Paestum ONLUS

Collaboratori: Federica Di Biase

Obiettivi: precisare lo sviluppo planimetrico e organizzativo dell’area della Porticus meridionale durante le sue fasi d’uso e quelle precedenti al suo impianto.

Bibliografia: E.Greco – D.Theodorescu (a cura di) 1983, Poseidonia-Paestum II. L’agora, Roma; E.Greco – D.Theodor 1994, “L’agora de Poseidonia: una mise au point”, in Comptes rendus des séances de l’Académie des Inscriptions et Belles-Lettres, 138, 1, 227-238; R.De Gennaro – F.Longo 1997, “L’indagine archeologica alla Porticus meridionale: relazione preliminare (saggi 189 e 190)”, in Mélanges de l’Ecole française de Rome, Antiquité, 190, 1, 461-464; E.Greco – F.Longo (a cura di) 2000, Paestum Scavi, Studi, Ricerche, Bilancio di un decennio (1988-1998), Paestum.

GIORNO 1

GIORNO 2