action
al Museo dal 2 Giugno al 31 Dicembre 2017 a cura di Marino Niola e Gabriel Zuchtriegel

Il concetto di action painting, che considera la creazione come una parte integrante dell’opera d’arte, ci avvicina in maniera diversa alle tombe dipinte di Paestum. Ovviamente, action painting e pittura funeraria di IV secolo a.C. sono due cose molto diverse. Però il fatto che nell’action painting non conta solo il dipinto finito, ma anche il processo di creazione dello stesso (a maggior ragione se letto in chiave estatica o rituale), ci può far vedere le tombe dipinte da un’angolazione diversa. Così, il fatto che queste “opere” fossero state create per non essere visibili apparirà, forse, meno paradossale visto che erano inserite in azioni quali appunto i rituali funerari.

La “Tomba delle piangenti, recentemente restaurata, grazie a un contributo della Italian American Forum Foundation, presenta – oltre a pitture molto espressive – numerose tracce della deposizione del corpo della defunta, tra cui un pezzo di tessuto rimasto nell’intonaco, impronte digitali e linee preparatorie lasciati dai pittori. Le pareti della tomba, che è al centro del percorso espositivo della mostra, diventano così l’impronta di attività artistiche e rituali, quasi fossero una tela di Jackson Pollock.


Museo Archeologico Nazionale di Paestum, sala Cella dal 2 giugno al 31 dicembre 2017

orario: tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:30 (emissione ultimo biglietto d’ingresso ore 18:50)
1° e 3° lunedì del mese dalle 8:30 alle 13:40 (emissione ultimo biglietto d’ingresso ore 13:00)
biglietto: € 3,00 solo mostra; € 9,00 Museo e area archeologica; € 10,00 mostra, Museo e area archeologica

Leggi anche l’articolo di Gabriel Zuchtriegel su Repubblica.it
0

You may also like

action
AVVISO A TUTTE LE GUIDE TURISTICHE
gorni romani 2017
I GIORNI ROMANI DI PAESTUM
tempio di Nettuno maggio 2017
GRAN FESTA A PAESTUM SABATO 20 E DOMENICA 21 MAGGIO 2017

Gaetano Cantalupo

Lascia un commento