L’Heraion è attualmente chiuso, ci scusiamo per il disagio.

Il Santuario di Era (“Heraion”) sorge a circa 9 km a nord della città di Poseidonia e, secondo la tradizione, venne fondato dal greco Giasone, eroe alla guida della nave Argo, da cui l’attributo “Argiva” dato alla divinità.
L’Heraion fu scoperto, negli anni ’30 del secolo scorso, dagli archeologi Paola Zancani Montuoro e Umberto Zanotti Bianco.

Il santuario marca il confine tra il territorio greco e quello etrusco, alla destra del Sele. Le strutture di culto coprono un arco cronologico dalla fondazione di Poseidonia (600 a.C. circa) alla fondazione della colonia latina (273 a.C.).

Intorno al 570-560 a.C. si data una prima serie eccezionale di pannelli scolpiti (“metope”) con numerosi episodi tratti dal mito (la presa di Troia, le fatiche di Eracle, il mito di Oreste e le imprese di Giasone).
Alla fine del VI secolo a.C. si data un altro ciclo di metope con coppie di danzatrici dai tratti sinuosi e raffinati, propri dello stile ionico, appartenenti ad un edificio denominato “Tempio Maggiore”.

Danzatrici Sele_3

All’inizio del IV secolo a.C. risale la realizzazione dell’ultimo edificio, a pianta quadrata, al cui interno fu rinvenuta una statua di marmo raffigurante Era su trono, con alto copricapo (“polos”) e con una coppa (“phiàle”) nella mano destra e una melagrana nella sinistra.

Tutti i reperti sono conservati nel Museo Archeologico Nazionale di Paestum.